Il nord di Londra è rosso

Il nord di Londra è rosso

Non è mancato lo spettacolo nel derby tra Arsenal e Tottenham che ha visto alla fine prevalere i padroni di casa, la cui vittoria forse non servirà ad agganciare la zona Europa, ma sicuramente mette in difficoltà i rivali nella loro corsa alla qualificazione europea. Il derby è arrivato dopo la vittoria di entrambi i team in Europa League e l’andamento del match è stato quello ormai scontato con le squadre di Mourinho. Arsenal a fare la partita e Spurs chiusi nella propria trequarti e pronti a ripartire in velocità. Proprio in una di queste ripartenze a tutta velocità arrivava l’infortunio muscolare di Son, sostituito al 19′ da Lamela. Quella che sembrava una brutta tegola si trasformava invece in una svolta positiva per il Tottenham quando al 33′ l’argentino siglava una rete fantastica insaccando con una rabona l’assist di Lucas Moura. A quel punto tremava il terreno sotto i piedi di Arteta che si era preso il rischio di tenere fuori Aubameyang per problemi disciplinari, ma poco prima della fine del primo tempo l’eterna promessa Odegaard ristabiliva la parità. Nel secondo tempo il copione non cambiava e un rigore contestato e realizzato da Lacazette regalava il vantaggio ai Gunners, aiutati anche dall’espulsione di Lamela che rovinava ingenuamente la propria partita con 2 cartellini in meno di 10 minuti. Vittoria pesante quindi, ma sostanzialmente meritata, anche se il Tottenham può recriminare per un palo di Kane.

Nella lotta al titolo un altro passo avanti per il City che vince 3-0 in casa del Fulham e mantiene il vantaggio invariato nei confronti dello United vincitore di misura grazie a un’autorete vs il West Ham. Mantiene il ritmo il Leicester che rifila una manita allo Sheffield, con l’addio di Wilder e la squadra temporaneamente affidata al secondo, ma che ormai è con un piede e mezzo in Championship.

Nel gruppone che cerca l’aggancio al quarto posto giornata positiva per il Liverpool che nella vittoria a Wolverhampton grazie alla rete dell’ex Diogo Jota, approfitta della scarsa vena realizzativa degli attaccanti del team di casa. La squadra di Klopp rosicchia 2 punti al Chelsea, fermato sullo 0-0 ad Elland Road e 3 punti ai cugini dell’Everton che perdono sorprendentemente in casa vs il Burnley che anche quest’anno sta disputando un’ottima seconda parte di campionato.

In coda invece giornata che consolida lo status quo, con le ultime 3 tutte sconfitte, di Fulham e Sheffield abbiamo già detto mentre il WBA perde in casa del Palace, e le altre che si allontanano dalla zona rossa, il Newcastle di poco grazie al pareggio vs l’Aston Villa, il Brighton invece più nettamente con i 3 punti conquistati in casa del Southampton.

Ora spazio agli ultimi match della 29ima e al recupero della 18ima tra Aston Villa e Tottenham, noi torneremo con la nostra preview per la 30ima che inizierà Sabato 3/4.

Statistics:

Realizzate 22 reti nella 28th giornata per un totale di 716 da inizio campionato, con la media gol a partita di 2,6. Sono 5 i match che mancano ancora a completare le intere giornate di cui 4 match della 29th.

Dayteam and best goal:

Squadra della giornata il Burnley che espugnando il Goodison Park porta a 3 i risultati utili consecutivi, con 5 punti pesanti nella corsa salvezza. Impossibile non dare il premio per il gol della giornata alla rabona di Lamela, non la prima della sua carriera peraltro, ma una citazione la merita anche McNeil il cui sinistro a girare all’incrocio regala la vittoria al Burnley.

Classifica e Marcatori

Lascia un commento

(obbligatorio)

Translate »