Ritorno alla normalità

Ritorno alla normalità

Ritorno alla normalità

Nelle due giornate “spezzatino” appena trascorse sono emersi alcuni responsi chiari: la crisi ormai certificata dei Campioni in carica, la grande forma delle due squadre di Manchester e del Leicester ai piani alti e il crollo verticale del Bromwich in coda. Nel weekend la Fa Cup ha tolto ulteriori energie alle formazioni con, in sintesi, un’altra sconfitta per i Reds all’Old Trafford e la continuazione delle striscie positive di West Ham ed Everton.

La 20th giornata sarà interessantissima per vedere il prosieguo del campionato con l’inizio del girone di ritorno tenendo conto dei tanti recuperi ancora da espletare. Sono potenzialmente sei le squadre in lotta per la Premier e per la zona Champions, la prima a scendere in campo sarà il Manchester City di Guardiola che martedì farà visita al West Bromwich che si sta giocando le ultime carte salvezza con un divario dalla quartultima (il Brighton ndr) di sei punti; la giornata di martedì si completa con la sfida tra Southampton ed Arsenal, con i Saints avanti e in una posizione di classifica che li esalta, a differenza degli ospiti, e sarà la rivincita del match appena giocato in Fa Cup pochi giorni fa dove hanno avuto la meglio i padroni di casa. Gli altri due match sono tra Newcastle e Leeds con i padroni di casa finiti improvvisamente in una situazione di classifica molto delicata non vincendo da dicembre e avendo perso le ultime tre partite; Palace e West Ham sarà un match dove gli ospiti inizierebbero a vedere, con la quarta vittoria consecutiva, come un vero obiettivo la zona per l’accesso in Europa, mentre i padroni di casa cercano punti allo scopo di tener lontana la zona retrocessione.

Passiamo al giorno successivo che si aprirà con due match alle 19, per Burnley  e Aston Villa i tre punti sarebbero un crocevia: per allontanarsi ancor di più dalla zona pericolosa per i Clarets e per l’ingresso a pieno titolo nella zona altissima di classifica per i Villans; A Londra ultima chiamata per il Chelsea di Frankie Lampard obbligato a vincere per evitare l’esonero mentre i Wolves non possono più scherzare avendo vinto l’ultima partita a metà dicembre e poichè proprio in coincidenza con l’infortunio di Raul Jimenez è iniziata la crisi di risultati la società si è mossa sul mercato con l’acquisto di William Josè dalla Real Sociedad. A Brighton si disputa un vero e proprio spareggio salvezza tra due squadre, Brighton e Fulham che danno comunque segnali di risveglio; quasi un big match quello del Goodison Park tra Everton e Leicester che vedrebbe le due formazioni appaiate potenzialmente al terzo posto con gli ospiti che vincono da ben tre match consecutivi (4 con la Fa Cup) e subiscono poche reti; nel match casalingo il Manchester United, che nel doppio confronto Premier e Fa Cup contro il Liverpool ha ottenuto pareggio ad Anfield e vittoria all’Old Trafford, può ragionevolmente ambire ad allungare in classifica battendo uno Sheffield senza più nulla da perdere fermo a 5 punti in classifica.

Giovedì si chiuderà la giornata con il big match tra Tottenham e Liverpool. Mourinho e Klopp non possono più sbagliare perchè le avversarie corrono, tra l’altro sembra emergere in entrambe le società qualche frizione per le richieste di mercato dei manager non ancora esaudite dalle proprietà.

Ecco il riassunto dei match di questa ventesima giornata:

  • Newcastle vs Leeds
  • Crystal Palace vs West Ham
  • West Bromwich vs Manchester City
  • Southampton vs Arsenal
  • Burnley vs Aston Villa
  • Chelsea vs Wolverhampton
  • Brighton vs Fulham
  • Everton vs Leicester City
  • Manchester United vs Sheffield United
  • Tottenham vs Liverpool

Lascia un commento

(obbligatorio)

Translate »