Finali roventi

Finali roventi

Non sono mancate le sorprese in questo boxing day, in cui addirittura la metà delle partite si è decisa negli ultimi 10 minuti.
Il più clamoroso dei finali è quello di Liverpool dove i campioni in carica vengono rimontati dal WBA con una rete all’82’ dopo aver peccato di imprecisione con 17 tiri totali di cui solo 2 verso lo specchio difeso da Johnstone: il gol e la conclusione all’ultimo secondo di Firmino disinnescata miracolosamente dal portiere. Campioni colpevoli anche di non aver captato il campanello di allarme suonato qualche minuto prima del pareggio e sventato da un grande intervento di Alisson.

La squadra di Klopp può consolarsi però con il pareggio tra le dirette inseguitrici Leicester e Manchester Utd, deciso al minuto 85 da un’autorete di Tuanzebe pressato da Vardy dopo che appena 6 minuti prima gli ospiti erano passati in vantaggio con il solito Bruno Fernandes.

A scavalcare entrambe e portarsi in solitaria al secondo posto in attesa dei recuperi è l’Everton che espugna al minuto 80 il campo di uno Sheffield che appare in disarmo, con la rete di Sigurdsson.

Non vanno oltre il pareggio Wolverhampton e Tottenham con gli ospiti che passano immediatamente in vantaggio, ma si fanno raggiungere al minuto 86 da un colpo di testa di Saiss dopo aver subito in modo passivo per gran parte del match.

Nessun problema invece per il Manchester City che regola con un agile 2-0 il Newcastle, mentre l’Aston Villa ne rifila 3 al Crystal Palace, di cui 2 addirittura in inferiorità numerica, anche se gli ospiti possono recriminare per un rigore apparso piuttosto netto, ma non concesso nonostante l’utilizzo del VAR.

Un’altra polemica per un rigore questa volta concesso l’abbiamo avuta nel derby tra Arsenal e Chelsea con la squadra di Arteta che è passata in vantaggio grazie a un penalty molto dubbio su cui il ref non ha voluto consultare il VAR. L’episodio però non può togliere meriti ai padroni di casa che hanno regolato gli ospiti con un perentorio 3-1 grazie anche al rigore fallito da Jorginho nel finale. Si sapeva che l’innesto di tanti nuovi giocatori avrebbe comportato qualche problema, ma gli alti e bassi degli undici di Lampard stanno diventando troppo frequenti e in società inizia a serpeggiare dell’impazienza.

Chiudiamo il resoconto della giornata, preparandoci già alla prossima, con la bella vittoria del Leeds sul Burnley, anche qui con polemica per un gol annullato agli ospiti, ed i pareggi a reti inviolate tra Fulham e Southampton e per 2-2 tra West Ham e Brighton con il gol decisivo siglato da Soucek al minuto 82.

Statistics:

In questa giornata sono state realizzate 23 reti per un totale di 422 da inizio campionato, con la media gol che scende a 2,87. Tre gli incontri da recuperare, due della prima e uno dell’undicesima giornata.

Dayteam and best goal:

Voto per la miglior squadra della giornata che va all’Aston Villa, vittorioso nonostante un tempo giocato in inferiorità numerica e che rimane aggrappato al treno delle prime. Il premio per il miglior gol della giornata lo vogliamo dare a Saka per il pregevole pallonetto con cui ha superato Mendy.

Classifica e Marcatori

Lascia un commento

(obbligatorio)

Translate »