La squadra migliore

La squadra migliore

Il big match della tredicesima giornata non ha tradito le attese, il confronto tra Liverpool e Tottenham è stato teso e si è risolto solo all’ultimo minuto con l’incornata di Bobby Firmino che ha permesso ai Reds di rimanere in testa alla classifica in solitaria con 3 punti di vantaggio.
Mai come in questa partita è stata evidente la mano dei due allenatori, con Mourinho che ha messo in campo una squadra dedita a coprire tutti gli spazi e ripartire velocissima in contropiede e Klopp che ha dato fiducia al suo undici iniziale dal primo all’ultimo minuto, non effettuando sostituzioni neppure quando la squadra sembrava non averne più.
Ha fatto molto discutere la frase di Mourinho a Klopp al triplice fischio, il tecnico lusitano ha infatti detto al tedesco che aveva perso la squadra migliore e quest’ultimo non credeva alle proprie orecchie. Ma qual è stata davvero la squadra migliore? Gli Spurs oltre al gol del solito Son hanno avuto anche un paio di occasioni clamorose, compreso un palo di Bergwijn, che avrebbero potuto regalargli la vittoria, ma dall’altra parte il Liverpool ha sempre condotto il match con 11 tiri in porta contro 2 ed il 76% di possesso palla.

Mentre vi lasciamo con questa domanda a cui ognuno potrà dare la propria risposta, siamo invece sicuri che la decisione peggiore della giornata sia quella della proprietà del WBA che dopo aver ottenuto un pareggio in casa del ben più quotato Manchester City esonera il proprio allenatore Bilic affidando la squadra a quel Sam Allardyce che dopo lo scandalo del 2016 e le esperienze a Palace ed Everton sembrava ormai essere in pensione.

Un altro allenatore in difficoltà è sicuramente Arteta che nel match interno con il Southampton ritrova il gol di Aubameyang ma gioca l’ultima mezzora in inferiorità numerica causa l’espulsione di Gabriel dovendo accontentarsi di un pareggio che la lascia al 15imo posto.

Ritrova continuità invece l’Everton di Ancelotti che in una trasferta sulla carta difficile in quel di Leicester si impone con un perentorio 2-0 portandosi al quinto posto appaiato al Manchester Utd che vince 3-2 in casa dello Sheffield inguaiando ancor di più Chris Wilder la cui squadra rimane ferma a 1 punto dopo 13 giornate.

Brutta sconfitta quella del Chelsea in casa del Wolverhampton con la rete della vittoria siglata da Pedro Neto al 95′. Gli uomini di Lampard perdono due posizioni ed entrano in una mini-crisi con la seconda sconfitta consecutiva. I wolves invece fanno un bel passo avanti nonostante l’assenza di Jimenez, il cui infortunio alla testa ha convinto la FA a introdurre la possibilità di effettuare un ulteriore cambio in caso di giocatore costretto ad uscire per un trauma cranico.

Goleada del Leeds che vince 5-2 contro il Newcastle dopo essere addirittura passato in svantaggio, mentre finiscono a reti inviolate i match tra Fulham e Brighton e tra Aston Villa e Burnley. Finisce con un pareggio anche il derby tra West Ham e Palace con i padroni di casa che recuperano dopo essere andati sotto, ma non riescono a sfruttare la superiorità numerica conseguente al rosso di Benteke.

Statistics:

In questa giornata sono state realizzate 26 reti per un totale che sale a 365, con la media gol stabile a 2,9. Tre ora gli incontri da recuperare, due della prima e una dell’undicesima giornata.

Dayteam and best goal:

Vogliamo dare la palma della miglior squadra al Manchester Utd che diventa il primo club della Premier a segnare almeno 2 reti per dieci partite consecutive. Il premio per il miglior gol della giornata se lo aggiudica Haller del West Ham con una rovesciata volante spettacolare.

Classifica e Marcatori

Lascia un commento

(obbligatorio)

Translate »