Rallentamenti…in Premier

Rallentamenti in…Premier

Dopo 12 giornate troviamo cinque squadre in tre punti e potrebbero diventare otto se le due formazioni di Manchester vincessero il loro recupero ed il Villa ottenesse almeno quattro dei sei punti a sua disposizione. Questa è la situazione in una Premier sempre più equilibrata e molto diversa da quelle precedenti.

Ma oggi vogliamo ricordare, nel giorno della sua scomparsa quello che è stato un grande per il calcio Inglese, Geràrd Houllier, che allenò dal 1998 al 2004 il Liverpool vincendo una Fa Cup, due coppe di Lega e una Charity Shield in terra britannica, più una coppa Uefa e una Supercoppa Uefa in Europa, per poi chiudere la carriera ancora in Inghilterra con il nono posto all’Aston Villa, prima di lasciare per i problemi al cuore. Goodbye Geràrd.

Liverpool e Tottenham frenano in quel di Londra; per la squadra di Mourinho avevamo preventivato un match difficile al Selhurst Park e dopo il vantaggio del solito Kane un tambureggiante assalto del Palace e la prestazione incredibile seppur macchiata dall’errore sulla rete degli Spurs da parte di Guaita valgono l’1-1, mentre il pareggio dei Reds al Craven Cottage ha dell’incredibile, perchè non solo la formazione di Klopp va ancora una volta sotto nel risultato ma viene surclassata sul piano del gioco dal miglior Fulham della stagione e riesce a pareggiare solo grazie ad un rigore causato da un’ingenuità di Adarabioyo. Ma il Chelsea riesce a fare peggio perdendo in casa dell’Everton, anche, però, con una dose di sfortuna per i legni colpiti e viene sorpassata dal Leicester che spazza via con Vardy trascinatore, autore di una doppietta e un assist, il Brighton, e dal Southampton che fa la stessa cosa nei confronti del povero Sheffield Utd sempre più solo in coda alla classifica. Vince anche con una prestazione caparbia il West Ham nell’anticipo di Leeds ottenendo la quarta vittoria negli ultimi cinque match.

E’ un pareggio che delude sul piano del gioco e dello spettacolo quello che esce dal derby di Manchester, dove lo 0-0 pare frutto di quel “non facciamoci male” prevedibile alla vigilia, anche se gli ospiti le opportunità per il vantaggio le sprecano in particolare con Mahrez. Vittoria incredibile del Villa in quel di Wolverhampton dove pur rimanendo in dieci a pochi minuti dalla fine riesce a conquistare un calcio di rigore a tempo scaduto che El-Ghazi trasforma con grande freddezza. In coda il West Bromwich perde sul terreno di un Newcastle che gioca con molta serenità e si appropria di una posizione di classifica molto tranquilla mentre il Burnley compie il colpaccio in casa di un Arsenal che perde la quarta partita nelle ultime cinque e paga l’involuzione tattica della squadra in maniera sempre più evidente.

 

Statistics:

In questa giornata crolla il numero delle reti segnate che è di 19 per un totale che sale a 339, facendo scendere la media gol a 2,9. Tre ora gli incontri da recuperare, due della prima e una dell’undicesima giornata.

Dayteam and best goal:

Merita la citazione questa settimana il West Ham che pare aver trovato un assetto e un coraggio che raramente si era visto nelle ultime stagioni. Tre gol bellissimi in questa giornata di cui due a Newcastle ma a nostro avviso la perla di sinistro di Maddison merita il premio di rete della giornata.

Classifica e Marcatori

Lascia un commento

(obbligatorio)

Translate »