Il Leic’è

Il Leic’è

Non ci sono padroni in Premier. Incredibilmente dopo otto giornate e prima della pausa Nazionali (che riteniamo assurda), le prime 11 squadre sono in 6 punti e tutto può succedere. A cosa sia dovuto tutto questo sarà da capire e cercheremo di approfondirlo in un articolo successivo nei prossimi giorni ma certo è che una Premier così avvincente era auspicabile per chi ama questo campionato. Dunque con un calcio di rigore segnato (e uno sbagliato ndr) di Vardy e una stratosferica parata di Schmeichel, il Leicester supera un caparbio Wolverhampton facendo rinascere in questa città il sogno che diventò realtà nel 2016. Il big match finisce in pareggio: Klopp opta per un 4231 con in campo quattro giocatori d’ attacco e dopo un avvio fulminante i Reds vanno in vantaggio con Salah su rigore e hanno anche la possibilità di raddoppiare, ma poi il City cresce e raggiunge il pareggio con un bel gol di Gabriel Jesus; poco dopo la palla del vantaggio ce l’ha De Bruyne dal dischetto ma la fallisce clamorosamente, poi nel secondo tempo poca cronaca con un finale che vede un po’ sulle gambe gli ospiti. Insieme ai Campioni in carica al secondo posto troviamo un po’ a sorpresa il Tottenham che continua a vincere con prestazioni non certo esaltanti ma con la solita coppia sventra difese Kane-Son. Quarto posto per il Southampton che non si ferma nemmeno col Newcastle; dietro sempre a un punto il Chelsea che ancora una volta va sotto ma poi regola agevolmente il fanalino di coda Sheffield United e l’Aston Villa che come l’araba fenice risorge sbancando l’Emirates con un sonoro 0-3 e con un match in più da giocare che potrebbe dargli il primo posto in compagnia del Leicester. In coda pareggio a reti bianche nell’anticipo tra Brighton e Burnley mentre il Fulham cade a Londra nel derby con il West Ham dove nel recupero subisce la rete decisiva per poi sbagliare un calcio di rigore. Un altro crollo con altre 4 reti subite del Leeds in casa del Palace mentre il redivivo Manchester United dopo essere andato sotto stravince a Liverpool e causa la terza sconfitta consecutiva dell’Everton di Carlo Ancelotti. Anche la classifica cannonieri rispecchia l’equilibrio in campionato con al comando ben quattro giocatori a 8 reti.

Statistics:

In questa giornata si son segnate 24 reti per un totale che sale a 245, una media di 3,1 a partita. Due gli incontri da recuperare entrambi della prima giornata.

Dayteam and best goal:

Come non ribadire per la seconda settimana consecutiva il Leicester, la formazione di Rodgers non si ferma più, terza vittoria consecutiva e capolista della classifica in solitaria. Miglior gol quello di Gabriel Jesus, il cui controllo a seguire di tacco con cui elude Alexander-Arnold è da alta scuola.

Classifica e Marcatori

Lascia un commento

(obbligatorio)

Translate »