La caduta degli Dei

La caduta degli Dei

Nemmeno il tempo di evocare un altro anno senza rivali ed il Liverpool crolla in modo incredibile sul campo dell’Aston Villa. Sette reti subite ma potevano essere di più perchè gli uomini di Smith si sono avventati come il lupo dinanzi a una preda che sanguina e hanno colpito la squadra di Klopp, peraltro aiutati da ben tre autoreti, facendo emergere le grandi difficoltà della difesa dei Reds che probabilmente hanno agito su reparti sbagliati nel mercato estivo. Dunque la Premier non ha padroni, il Leicester crolla in casa contro un West Ham in ripresa e al vertice rimane il solo Everton che regola il Brighton con un Calvert Lewin sempre più protagonista. Convince finalmente il Chelsea anche grazie al doppio rigore di Jorginho mentre altri fuochi d’artificio sotto la pioggia di Manchester con la squadra di Solskjaer travolta dopo l’espulsione di Martial dal Tottenham di Mourinho che segna sei volte con protagonisti Son e Kane che ormai è diventato un assist man di grande qualità.

Riprende a vincere l’Arsenal mentre il City viene fermato sul pari dal Leeds del “maestro” Bielsa. Rimangono in fondo alla classifica a 0 punti anche il Burnley sconfitto a Newcastle e il Fulham al Moulinex. Infine ilWest Brom viene regolato da un Southampton in buona forma.

Statistics:

41 reti in questa giornata con il totale che sale a 144 per una media goal di 3,8 a partita. Due gli incontri da recuperare entrambi della prima giornata.

Dayteam and best goal:

Miglior squadra della giornata l’Aston Villa la cui vittoria per 7-2 nei confronti dei campioni del Liverpool rimarrà nella storia. Il miglior gol lo assegnamo a Bissouma il cui controllo e tiro a tempo scaduto è da manuale, anche se non è servito ad evitare la sconfitta al suo Brighton.

Classifica e Marcatori

Lascia un commento

(obbligatorio)

Translate »