Numeri della Premier

Approfittiamo della pausa della Premier League che lascia spazio ai match di FA Cup, per fare il punto della situazione dopo aver superato da poco la metà del cammino.

Dopo la vittoria della Champions League dello scorso anno ed il duello serrato ma perdente in campionato vs il Manchester City, tutti si aspettavano un Liverpool nuovamente protagonista, ma pochi avrebbero pensato di trovarlo alla vigilia della 22ima giornata con 13 punti di vantaggio sulla seconda e con una partita da recuperare.
Solo il Manchester City nel campionato 2017-18 era riuscito ad avere 58 punti nello stesso numero di partite e solo Cech e Pepe Reina erano riusciti ad avere più clean sheet di Alisson nei primi 50 match disputati.
A questo punto sembra che il discorso per il titolo sia già chiuso e che l’unico dubbio sia se gli uomini di Klopp riusciranno a emulare gli Invincibles dell’Arsenal 2003-2004 quando i Gunners vinsero il campionato senza sconfitte.

# Squadra Pti V P S GF GS Diff
1 Liverpool 58 19 1 0 49 14 35
2 Leicester City 45 14 3 4 46 19 27
3 Manchester City 44 14 2 5 56 24 32
4 Chelsea 36 11 3 7 36 29 7

Altra sorpresa del campionato, forse più del distacco accumulato dai Reds, è il Leicester City al secondo posto con un punto di vantaggio sui campioni in carica del Manchester City. La squadra di Brendan Rodgers ha accumulato finora 2 punti in più di quanti ne avesse nello stesso periodo del campionato 2015-16 quando si aggiudicò il titolo. Grande protagonista di questa cavalcata è Jamie Vardy capocannoniere del torneo con 17 reti.

In terza posizione ecco una delle delusioni del campionato, il Manchester City di Guardiola, che non è riuscito ad avere in Premier lo stesso ottimo cammino che ha invece mostrato nel girone di Champions League. La difficoltà nell’andare a rete, rimanendo a secco nei primi tempi di 6 delle ultime 8 gare, unita a una difesa che non ha dato garanzie anche per i numerosi infortuni, hanno minato la tranquillità e la confidenza dei Citizens, la cui rimonta pare a questo punto quasi impossibile.

A chiudere il quartetto delle squadre che al momento guadagnerebbero il posto nella prossima Champions League troviamo il Chelsea di Lampard che seppure a 8 punti dal Manchester City mantiene un vantaggio di 5 punti sulle inseguitrici. L’ex centrocampista dei Blues, chiamato a valorizzare al massimo una rosa su cui il blocco del mercato non consentiva interventi, è stato capace di creare un giusto mix tra giovani promesse come Abraham, Hudson-Odoi, Mount e veterani di grande affidabilità come Kantè o Azpilicueta.

# Squadra Pti V P S GF GS Diff
5 Manchester United 31 8 7 6 32 25 7
6 Tottenham 30 8 6 7 36 30 6
7 Wolverhampton 30 7 9 5 30 27 3
8 Sheffield United 29 7 8 6 23 21 2
9 Crystal Palace 28 7 7 7 19 23 -4
10 Arsenal 27 6 9 6 28 30 -2

Troviamo poi un gruppone che vede 6 squadre raccolte in soli 5 punti a lottare per i posti che garantiscono l’accesso all’Europa League ed a cercare di insidiare al Chelsea l’ultimo posto utile per la Champions.
A capitanare il gruppo c’è il Manchester United di Solskjaer che continua ad andare a corrente alternata e a non fare quel salto di qualità che molti si aspettavano con il norvegese in panchina da inizio campionato.
Deludente il Tottenham che dopo la finale di Champions League ed il quarto posto della scorsa stagione ci si aspettava protagonista nella lotta al titolo, ed invece ha zoppicato fino all’esonero di Pochettino a cui è subentrato Mourinho che dopo un ottimo avvio pare essere incappato negli stessi problemi irrisolti.
Sorprendente il settimo posto del Wolverhampton dopo un avvio molto difficile, con la miseria di 4 punti nelle prime 6 gare; dare fiducia a Nuno Espirito Santo è stata probabilmente la chiave per questa risalita.
All’ottavo e al nono posto due squadre che sono andate meglio di ogni roseo pronostico, lo Sheffield United di Chris Wilder, una neo-promossa che gioca come una veterana, ed il Crystal Palace di Roy Hodgson, che ha raggiunto le 100 presenze sulla panchina dei Glaziers.
A chiudere il gruppo la più grande delusione del campionato: l’Arsenal. Chiusa la scorsa stagione con la finale persa in Europa League sembrava essere su un percorso di crescita, invece questa prima parte di campionato è stata negativa, portando la proprietà ad esonare Unay Emery e ad affidarsi ad Arteta dopo la breve parentesi di Ljungberg.

# Squadra Pti V P S GF GS Diff
11 Everton 25 7 4 10 24 32 -8
12 Southampton 25 7 4 10 25 38 -13
13 Newcastle 25 7 4 10 20 33 -13
14 Brighton 24 6 6 9 25 29 -4
15 Burnley 24 7 3 11 24 34 -10
16 West Ham 22 6 4 10 25 32 -7
17 Aston Villa 21 6 3 12 27 37 -10
18 Bournemouth 20 5 5 11 20 32 -12
19 Watford 19 4 7 10 17 34 -17
20 Norwich City 14 3 5 13 22 41 -19

Nel lato destro della classifica vige un grande equilibrio con ben 9 squadre racchiuse in 7 punti ed il solo Norwich, fanalino di coda, che sembra destinato a ritornare in Championship.
Le “intruse” rispetto ai pronostici di inizio campionato sono l’Everton undicesimo e soprattutto il West Ham sedicesimo, ma che dopo il cambio di panchina con il subentro rispettivamente di Ancelotti e di Moyes sembrano potersi riprendere ed evitare una retrocessione che avrebbe del clamoroso.
In ripresa anche il Watford che con il terzo manager della stagione sembra aver trovato la quadra, mentre il Bournemouth appare in caduta libera e dovrà faticare per invertire la rotta.


Andiamo ora ad analizzare i players della prima parte di questa Premier.

Rank Player Club Nationality Stat
1. Jamie Vardy Leicester City
 England
17
2. Pierre-Emerick Aubameyang Arsenal
 Gabon
13
2. Danny Ings Southampton
 England
13
4. Tammy Abraham Chelsea
 England
12
4. Marcus Rashford Manchester United
 England
12
6. Harry Kane Tottenham Hotspur
 England
11
6. Sadio Mané Liverpool
 Senegal
11
6. Raheem Sterling Manchester City
 England
11
9. Sergio Agüero Manchester City
 Argentina
10
9. Mohamed Salah Liverpool
 Egypt
10

Abbiamo già detto di Jamie Vardy e del suo incredibile record di 17 reti. Alle sue spalle insieme alla conferma di Aubameyang spiccano le presenze di Danny Ings a cui l’aria di casa ha fatto decisamente bene e dei 2 giovanissimi Abraham e Rashford. Con Kane e Sterling sono ben 5 gli inglesi ad occupare le prime 6 posizioni della classifica marcatori, per la felicità di Southgate. Un po’ in crisi rispetto agli scorsi anni Aguero e Salah che si trovano appaiati in 9 posizione con 10 reti a testa.

Rank Player Club Nationality Stat
1. Kevin De Bruyne Manchester City
 Belgium
12
2. Trent Alexander-Arnold Liverpool
 England
8
3. Emiliano Buendía Norwich City
 Argentina
7
3. Son Heung-Min Tottenham Hotspur
 South Korea
7
5. Daniel James Manchester United
 Wales
6
5. Raúl Jiménez Wolverhampton Wanderers
 Mexico
6
5. Riyad Mahrez Manchester City
 Algeria
6
5. Sadio Mané Liverpool
 Senegal
6
5. Andrew Robertson Liverpool
 Scotland
6
5. João Moutinho Wolverhampton Wanderers
 Portugal
6
5. David Silva Manchester City
 Spain
6

Nella classifica degli assist guida nettamente Kevin De Bruyne con 12 palloni recapitati sui piedi dei compagni pronti per essere insaccati. La sfida tra i terzini del Liverpool vede invece al momento in vantaggio Alexander-Arnold con gli 8 assist a 6 del compagno di squadra Robertson.
Sorprendente fin qui l’Argentino del Norwich Buendia che occupa il terzo gradino del podio con 7 assist alla pari di Son.

Terminiamo con una menzione per un altro giocatore del Norwich, il portiere Tim Krul, capace di parare 2 rigori come il suo collega Rui Patricio del Wolverhampton.

Lascia un commento

(obbligatorio)

Translate »