Post Match 10 giornata, Comebackagain

Comebackagain:

Torna alla vittoria il Liverpool, che dopo essere andato sotto quasi subito grazie al gol di Kane, ribalta il risultato nella ripresa grazie alle reti di capitan Henderson e di Salah su rigore procurato da uno sciagurato intervento di Aurier. Con questa sono 6 le volte consecutive in cui i padroni di casa riescono a ribaltare il match ad Anfield, non perdendo mai nelle ultime 10 volte in cui gli è capitato di andare in svantaggio (7W 3D).
Questo la dice lunga sulla mentalità degli uomini di Klopp che riescono ad avere la meglio su un Tottenham premiato per 50′ oltre i propri meriti, ma che può recriminare sulla sfortunata traversa di Son che avrebbe garantito il doppio vantaggio.
Nonostante il gran numero di palle gol costruite e non andate a segno anche grazie alla straordinaria prestazione di Gazzaniga, i Reds continuano a dare qualche segnale di stanchezza e questo rende la vittoria ancora più importante, ma è necessario per alcuni protagonisti tirare il fiato anche se dalla panchina sembrano latitare le soluzioni alternative.
Per il Tottenham invece le cose non vanno affatto bene, quarta sconfitta in dieci match, e parte destra della classifica, non succedeva dal 2014. Certo non è la peggior prestazione degli ultimi tempi, ma con l’attuale classifica non si possono più perdere punti per strada, Pochettino alla sua 200ima presenza con gli Spurs è avvisato.

Summary:

Il riassunto della giornata non può non partire dalla vittoria esterna storica del Leicester, 9-0 nei confronti di un inerme Southampton, che eguaglia il record del Manchester United, vittorioso anch’esso per 9-0 nel 1995 ai danni dell’Ipswich, ma in casa propria. Le triplette contemporanee di Vardy e Perez eguagliano un altro record che apparteneva all’Arsenal con Pennant e Pires, curiosamente anche per loro la vittima fu il Southampton.
All’inseguimento del Liverpool non molla niente il Manchester City che supera per 3-0 l’Aston Villa all’Etihad in una partita in cui costruisce come al solito un numero enorme di palle gol, ma che si chiude con la macchia del rosso di Fernandinho a risultato abbondantemente conseguito.
Al quarto posto troviamo ancora il Chelsea che sta attraversando un momento di forma eccezionale e nel 4-2 a casa del Burnley trova anche la prima tripletta di Pulisic da cui Lampard si aspetta molto.
Battuta d’arresto invece per l’Arsenal nel derby dell’Emirates vs il Crystal Palace; padroni di casa avanti per 2-0 grazie ai centrali che però lasciano a desiderare in fase difensiva e subiscono il ritorno degli uomini di Hodgson che costringono i Gunners al 2-2 finale.
A Norwich commozione per l’addio a Duncan Forbes, una leggenda in campo e fuori da quelle parti, ma lo United non fa sconti e porta a casa la vittoria per 3-1, nonostante gli ennesimi errori dal dischetto, questa volta di Rashford e Martial.
Per l’Everton sesta sconfitta, questa volta è il Brighton a superare gli uomini di Silva per 3-2, mentre il West Ham non gestisce il vantaggio e si deve accontentare dell’1-1 casalingo contro lo Sheffield United.
Chiudono la giornata il pareggio per 1-1 tra Newcastle e Wolverhampton e quello a reti inviolate tra Watford e Bournemouth.

Statistics:

Le reti in questa decima giornata sono 38 per un totale di 286 da inizio campionato e una media che risale a 2,86 a match.

Dayteam and best goal:

La rete che premiamo è quella di Jay Rodriguez che realizza la prima rete del Burnley con una parabola perfetta dalla distanza. Team di questo weekend il Leicester sia per la vittoria record sia perché consolida il terzo posto ed il ritorno in Champions League sembra un obiettivo concreto per cui lottare fino a fine campionato.

Classifica e Marcatori

Lascia un commento

(obbligatorio)

Translate »