Post Match 7 giornata, Go Gun

Go Gun:

Nel posticipo di giornata passano ben 29 minuti prima di vedere un tiro in porta, quando Andreas Pereira costringe Leno a un difficile intervento per disinnescare una conclusione angolata da fuori area, sotto gli occhi del tifoso Alex Ferguson che plaude al tentativo del calciatore belga naturalizzato brasiliano.
Quando il primo tempo sembra dover giungere al termine con un nulla di fatto arriva il vantaggio per i Red Devils. Daniel James scappa via sulla fascia e mette in mezzo un cross rasoterra su cui Rashford non riesce in un primo tempo ad arrivare, ma insegue la sfera e la tocca all’indietro a McTominay che dal limite dell’area fa partire un destro all’incrocio imprendibile.
Nella ripresa i Gunners cercano subito il pareggio e al 58′ il solito Aubameyang la mette dentro con un delizioso pallonetto su un altrettanto delizioso assist del 2001 Saka, ma l’arbitro annulla su segnalazione di fuorigioco. La VAR però evidenzia come Maguire tenesse in gioco l’attaccante e Kevin Friend torna sui suoi passi convalidando la rete.
Lo United rimane stordito per qualche minuto, ma poi riprende ad attaccare sfiorando il gol con Pogba, Maguire e con la punizione di Rashford su cui Leno effettua una gran parata permettendo alla sua squadra di portare a casa un pareggio d’oro seppur sofferto ed a mantenere i 3 punti di vantaggio sui rivali.

Summary:

In testa alla classifica rimane saldo il Liverpool di Klopp alla 16ima vittoria consecutiva in Premier, ma che fatica non poco per superare un sempre ostico Sheffield e deve ringraziare Dean Henderson per la paperaccia sul tiro di Georginio Wijnaldum.
Vittoria non semplice anche per il Manchester City che al Goodison Park va in vantaggio con un colpo di testa ravvicinato di Gabriel Jesus, ma si fa rimontare da Calvert Lewin; torna in vantaggio con Mahrez, ma ha bisogno di un paio di prodezze di Ederson per fermare l’Everton prima che il 100imo gol di Sterling in maglia azzurra chiuda la partita.
Ed è stata una vittoria sofferta anche per il Tottenham che in casa contro il Southampton passa in vantaggio con Ndombele, ma rimane in 10 per l’ingenuità di Aurier e viene raggiunta da Ings che sfrutta una giocata inguardabile di Lloris con i piedi. Ci pensa poi il solito Kane a siglare il vantaggio prima della fine del tempo. Nella ripresa il Southampton spinge, ma Lloris si fa perdonare difendendo ottimamente la propria porta e la vittoria.
Vittoria agevole invece per il Chelsea che supera 2-0 il Brighton grazie alla rete su rigore di Jorginho e a quella di Willian favorita da una leggera deviazione.
Troppo facile anche per il Leicester avere la meglio contro il Newcastle, in inferiorità numerica per un tempo e sepolto da 5 reti, con la doppietta di Jamie Vardy, il giocatore che ha segnato più reti in Premier da quando Rodgers si è seduto sulla panchina delle Foxes ed ha superato anche Cristiano Ronaldo nel numero di gol totali.
Pioggia di gol nei pareggi per 2-2 tra Bournemouth e West Ham con la splendida rete di Yarmolenko e tra As.ton Villa e Burnley dove è El Ghazi a realizzare una rete spettacolare.
Affonda sempre più il Watford di Quique Flores a cui nella trasferta a Wolverhampton non porta fortuna esibire una barba alla Nuno Espirito Santo, che non si commuove e gli rifila un 2-0 perentorio lasciandolo fanalino di coda.
Chiudiamo con il terzo 2-0 di giornata con cui il Palace regola il Norwich grazie a Milivojevic, autentico cecchino dagli 11 metri, e Townsend.

Statistics:

Le reti in questa settima giornata sono 29 per un totale di 205 da inizio campionato e una media di 2,9 a match.

Dayteam and best goal:

La rete che premiamo è quella di El Ghazi che apre le danze al Villa Park con un destro al volo su assist di Guilbert. Team di questo weekend il Liverpool che sembra ormai saper solo vincere e prosegue la sua striscia di 16 successi consecutivi.

Classifica e Marcatori

Lascia un commento

(obbligatorio)

Translate »